Home > Storia > Diamo voce all’Arte! > Virtù teologali

San Severo, Cattedrale: Virtù teologali (olio su tela)  

Autore: Giovanni Maria Mollo, Napoli,1748.

A Giovanni Maria Mollo, nipote di Mons. Bartolomeo Mollo, collaboratore del solimenesco Nicola Maria Rossi, spettano le Virtù teologali, collocate nell’ordine superiore della navata centrale, tra i finestroni mistilinei. Il pittore firmò, datandola al 1748, l’allegoria della Religione ma a esso vanno assegnate per evidenza di analogie stilistiche anche la Fede, la Speranza e la Carità, nonché i due dipinti sagomati fiancheggianti l’arco trionfale, raffiguranti “Giaele e Sisara” e “Giuditta e Oloferne”.

Bibliografia di riferimento

  1. de Letteriis, Sviluppi della pittura solimenesca a San Severo: le opere di Alessio D’Elia e Santolo Cirillo. Nuove attribuzioni, in A. Gravina (a cura di), Atti del 33° Convegno Nazionale sulla Preistoria – Protostoria – Storia della Daunia (San Severo, 11 novembre 2012), Foggia 2013, pp. 265-266. Consultabile on line: http://www.archeologiadigitale.it/attidaunia/pdf/33-deletteriis.pdf
  2. de Letteriis, Il restauro settecentesco della Cattedrale di San Severo: ultimo atto. Nuovi documenti e precisazioni in A. Gravina (a cura di) Atti del 35° Convegno Nazionale sulla Preistoria – Protostoria – Storia della Daunia (San Severo, 16 novembre 2014), Foggia 2015, p. 351. Consultabile on line:  http://www.archeologiadigitale.it/attidaunia/pdf/35-DeLetteriis_2.pdf
Share Button